torna su
Studio ArchiGRAPHOS, Via Prato VI, Prato Perillo, 84039 - Comune di Teggiano, Vallo di Diano, Provincia di Salerno. Tel/fax: 0975 73631; e-mail: archigraphos@hotmail.it
Architetto Alessandro D'Aloia - (+39) 349 4940763
Geometra Paolo D'Aloia - (+39) 339 2384356
logo
Studio di progettazione, etc..



STRATEGIE E TECNICHE PER IL RIUSO DEGLI INSEDIAMENTI STORICI IN ITALIA
Alessandro D'Aloia 12/2018

Alla fine del 2016 nasce l'idea di scrivere un libro sul riuso capace di uno sguardo trasversale tra diversi settori della disciplina architettonica con il fine di provare ad unire discorsi apparentemente separati e che invece potrebbero trovare un fuoco proprio nel campo del riuso degli spazi urbani in via di abbandono. Questi rappresentano una risorsa in termini materiali, ma soprattutto sono capaci di suggerire concretamente un modello di insediamento alternativo a quello ancora dominante che implica sempre nuova occupazione di suolo, oltre a questo il dato da sottolineare è che tali insediamenti sono capaci di trasferire al presente una dimensione di interazione sociale altrimenti destinata alla dissoluzione. L'abbandono strisciante degli insediamenti storici a favore di un'edilizia sparsa, per di più disordinatamente, sul territorio circostante priva le persone dei rapporti di vicinato, ma in genere anche di altri valori derivanti dall'insieme e non riproducibili da costruzioni isolate. I fabbricati negli insediamenti storici in genere collaborano staticamente, ma anche termicamente e la loro aggregazione genera delle condizioni microclimatiche ambientali favorevoli all'abitare riducendo così l'impronta ecologica della popolazione insediata e migliorandone sensibilmente la qualità della vita. L'aggregazione permette anche la centralizzazione di una serie di servizi che altrimenti risultano molto più costosi. è urgente per questo capire come intervenire adeguatamente, con un approccio leggero, in simili contesti, magari cercando di utilizzate le aquisizioni teoriche e i progressi della tecnologia già oggi a disposizione e che messi a sistema potrebbero davvero invertire quanto meno i pregiudizi più diffusi sulla non convenienza del recupero edilizio se non, addirittura, la tendenza suicida al consumo indiscriminato di suolo pur in assenza di una pressione demografica che lo possa giustificare.
L'intento iniziale di preparare un libro per la pubblicazione da proporre ad una qualche casa editrice era legato ad una certa tempestività nella conclusione del testo, tempestività che però è poi venuta, come prevedibile, meno. La sopraggiunta necessità di aggiornare, alla luce dei cambiamenti politici intervenuti, parte delle analisi che si svolgono soprattutto nei primi capitoli e la relativa pigrizia in tal senso hanno spinto l'autore a dare alla luce il testo nello stato un po' 'non-finito' in cui al momento si trova onde evitare il completo oblio delle riflessioni ivi contenute e che pure conservano un loro valore. Il libro in formato pdf è gratuitamente scaricabile (cliccando sulla sua anteprima qui sotto) e impaginato in modo da essere di agevole lettura su diversi dispotivi digitali senza dover necessariamente passare per la stampa cartacea.

Buona lettura


Locandina_Strategie_e_tecniche_Riuso